ONE SMALL TOWN

will change the world

OBIETTIVO

 

Trasformare una sola piccola città di una qualsiasi nazione in un modello da seguire per altre città. Il luogo che la maggior parte di noi ha sognato per tutta la vita getterà le basi di una nuova struttura sociale e di un mondo libero dalla schiavitù economica.

Questa piccola città diventerà un esempio per i sindaci e per la popolazione delle piccole città in tutto il mondo. La gente si renderà conto che si può fare... e che può fare la stessa cosa. Riteniamo che questo creerà un effetto domino che diventerà inarrestabile, al di là dei confini e dei continenti.
Vi invitiamo ad unirvi al Movimento di Liberazione di UBUNTU nella nostra storica missione.

Se sei un sognatore e credi che questo sia possibile, sappi che non sei solo.

Ci sono milioni di persone come te.

Non è mai stato fatto, eppure è così semplice ed è possibile,
ma richiederà l’impegno di lavorare insieme per realizzare qualcosa di concreto.
Leggete il Manifesto ONE SMALL TOWN
e diventate semi di consapevolezza condividendo questo messaggio con tutti.
Diventiamo artefici della nostra realtà e manifestiamo il magnifico mondo utopico in cui tutti vogliamo vivere.

Tutto inizia con UNA PICCOLA CITTÀ.

MANIFESTO ONE SMALL TOWN

Immaginate un mondo perfetto, pieno di armonia e abbondanza. Il mondo che la maggior parte di noi ha sognato per tutta la vita… lo creiamo per noi stessi ORA, non in un ipotetico futuro, ma qui durante la nostra stessa esistenza.


PREMESSA


La struttura socio-economica del nostro Paese e del nostro mondo ci ha drammaticamente deluso. Le libertà per le quali i nostri antenati hanno lottato rischiano di essere perdute per sempre. Stiamo creando un NUOVO SISTEMA, senza alcuna violenza, opposizione o conflitto. Un nuovo sistema di prosperità e abbondanza per tutti, che renderà obsoleto quello esistente.

Non possiamo più stare seduti a guardare la distruzione del nostro paese, delle nostre città e del potenziale umano perpetrata da avide corporazioni, sostenute da governi che non provano alcun rimorso per le proprie azioni, né si assumono alcuna responsabilità nei confronti delle persone che dovrebbero servire.


Non possiamo più stare in silenzio, sperando che qualcuno faccia qualcosa per fermare questo assalto alle nostre libertà e alla nostra futura prosperità. La responsabilità di unirsi per creare un nuovo sistema e una vita bella e dignitosa per noi e per i nostri figli è caduta sulle spalle della gente comune.


Il Movimento Ubuntu ha un progetto semplice per trasformare le nostre piccole città in luoghi di abbondanza e di prosperità per la popolazione, un luogo in cui non ci siano ostacoli al progresso o restrizioni alla crescita personale.


Comunità che sosterranno e promuoveranno un'incontenibile espressione creativa in tutti i settori: arte, cultura, scienza, tecnologia, sanità, ambiente, architettura, agricoltura e tutti gli altri settori delle attività umane.


Ma per creare comunità così armoniose, noi, il popolo, dobbiamo guidare una Rivoluzione della Consapevolezza, senza alcuna violenza, opposizione o conflitto, ma semplicemente creando una nuova alternativa, un nuovo modo di fare le cose perché, essenzialmente, il vecchio sistema per il popolo non funziona più.


Creando un nuovo sistema in cui trasformiamo la concorrenza in collaborazione, una nuova società in cui tutti noi beneficiamo dei nostri sforzi collettivi e dei nostri talenti individuali, non saremo più gli schiavi che arricchiscono le corporazioni e pochi potenti individui.
 

ISPIRAZIONE


"Ubuntu" è l’espressione dell’antica saggezza africana, a cui fanno eco tutte le civiltà antiche. Significa semplicemente "unità all'interno della comunità", in cui ognuno contribuisce con il proprio talento naturale o le proprie capacità per il massimo beneficio di tutti.


I nativi americani Cherokee hanno una filosofia simile secondo la quale "se non va bene per tutti, non va affatto bene". Questo è uno dei principi su cui si fonda il sistema da noi proposto, chiamato Contribuzionismo.

Dal 2005, la nostra filosofia si è evoluta attraverso molte fasi. Abbiamo imparato molto da tante attività, in molti paesi. Il nostro viaggio attraverso tentativi ed errori ci ha portato da:


ONE SMALL TOWN - Can Change the World   UNA PICCOLA CITTÀ - Può cambiare il mondo
a:

ONE SMALL TOWN - Will Change the World   UNA PICCOLA CITTÀ - Cambierà il mondo


Questo semplice piano di sviluppo fornisce un modello per una nuova struttura sociale, che offre la libertà dalla schiavitù economica a tutta la città e a tutti coloro che vi partecipano.


Ubuntu Planet è un’iniziativa umanitaria, registrata come organizzazione no-profit la cui attività si focalizza sulla creazione della prima ONE SMALL TOWN, che sia da esempio e costituisca un modello per tutte le altre città del mondo. Gli obiettivi sono molto semplici e realizzabili, ma sarà necessario LAVORARE INSIEME e UNITI.
 

OBIETTIVI

 

  • Unire le persone in una semplice visione e in un semplice obiettivo.

  • Rendere la nostra città il più possibile favorevole agli investitori.

  • Ove possibile, fornire alla nostra città la produzione di energia elettrica autonoma, che sosterrà tutte le nostre attività e libererà la città dalla dipendenza dalla rete pubblica di energia elettrica.

  • Rinnovare la nostra città con un'industria diversificata e innovativa che darà lavoro a tutti, non solo a pochi eletti.

  • Sostenere i nostri inventori e scienziati per creare nuove tecnologie a tutti i livelli, inclusa la fornitura di energia alternativa ecologica e senza alcun costo per la comunità.

  • Sostenere i nostri agricoltori perché coltivino cibo biologico in abbondanza, bandire le aziende OGM come Monsanto che stanno distruggendo le sementi e la nostra sicurezza alimentare.

  • Sostenere i nostri operatori nel campo della salute per sviluppare nuovi metodi e tecnologie che effettivamente guariscano le persone fornendo cure alternative per la maggior parte delle malattie.

  • Garantire la coltivazione delle piante curative tradizionali e impedire che la mafia farmaceutica le elimini.

  • Sostenere i nostri insegnanti per sviluppare un sistema di istruzione alternativo che insegni ai nostri figli le reali abilità necessarie per vivere e apra loro gli occhi a infinite possibilità.

  • Sostenere i nostri Maestri Artigiani in modo che condividano le loro conoscenze e competenze con coloro che desiderano imparare.

  • Evolvere in comunità libere dalla morsa economica creata dall’avidità delle corporazioni e dei cartelli bancari.


RIVOLUZIONE


La rivoluzione  non avviene con le armi e la violenza come fecero i nostri antenati, ma con la consapevolezza che il cambiamento può attuarsi all'interno di una comunità che si fonda sui nostri sforzi congiunti. Usiamo gli strumenti di schiavitù come strumenti di liberazione. Le leggi e le strutture finanziarie esistenti saranno utilizzate per creare una comunità autosufficiente.

PIANO DI ATTUAZIONE

Per una visione generale sui passaggi necessari alla realizzazione di ONE SMALL TOWN vi invitiamo a guardare il video del Piano di Attuazione:

 

 

LE NOSTRE PRIORITÀ

Le priorità per ogni Small Town sono: approvvigionamento idrico sostenibile, agricoltura e sicurezza alimentare. Può essere necessario promuovere la coltivazione in serre e la permacultura oltre all'allevamento, alla produzione latticino/casearia e alla panificazione. Altre attività industriali saranno create in base alle risorse della città e alla domanda di prodotti/servizi.


EVOLUZIONE


L'obiettivo del Contribuzionismo è quello di raggiungere libertà e abbondanza per tutti i membri della comunità. Per fare questo, è necessario passare a una società focalizzata principalmente sulla cooperazione piuttosto che sulla concorrenza tipica del capitalismo.


Tutti i bisogni e i desideri della comunità saranno soddisfatti tramite gli sforzi condivisi del lavoro di tutti per creare abbondanza. I beni e i servizi creati saranno venduti all’esterno della comunità e ai membri non contribuenti della città per generare un profitto.


Riconosciamo che è necessario il denaro per interagire all’esterno, ma col tempo all'interno della comunità sarà sempre meno necessario, fino ad arrivare a non usarne affatto e a permettere la transizione verso una comunità di abbondanza e priva di denaro.

Confidiamo che la distribuzione dei profitti ai membri della comunità crei un livello di reddito costante più elevato rispetto a quello generato dalla loro attuale occupazione, dando loro la possibilità di liberarsi da "lavori" indesiderati e di impegnarsi a partecipare più attivamente a progetti comunitari di loro scelta.

Molto presto, daremo vita a una comunità in cui potremo creare, costruire, crescere, inventare, investire e realizzare tutto ciò che desideriamo perché avremo rimosso gli ostacoli al progresso.

Tutto inizia con UNA PICCOLA CITTÀ.